Libri e Tatuaggi

Ottobre 21, 2020
io e Irene (sembra il titolo di un film)

Quando ho deciso di condividere questo mio percorso – che si è rivelato una ricerca di senso – gli strumenti che ho utilizzato sono stati libri, fotografie, video, sempre nella consapevolezza che queste forme comunicative fossero solo strumenti, non l’obiettivo finale. Non a caso è un progetto indipendente in ogni suo aspetto. Viaggi Bianchi è per me anzitutto condivisione, quella condivisione alla quale mi educo ogni volta che incontro una persona, ogni volta che visito una comunità o un luogo. In questo percorso è capitato di incontrare delle persone speciali, termine ordinario ma vero. 

Una di queste persone è Irene, una narratrice ambulante. La sua esistenza può riassumersi nell’essere ordinariamente straordinaria. Irene è una donna che contribuisce – forse senza sapere di farlo – al reale cambiamento della comunità. Quando ha deciso di tatuarsi il fior di loto, per il suo significato, ha scelto il disegno del fior di loto stilizzato che ho utilizzo come simbolino del progetto Viaggi Bianchi. Riporto le sue parole, parole che mostrano un’umanità vera e profonda: 

io e Irene, che presentiamo Viaggi Bianchi a Verona (città di Irene)

 

 

Amo i libri e amo i tatuaggi.

Penso che, in fondo, anche loro raccontano una storia: la mia.

Ogni tatuaggio che indosso sulla pelle contraddistingue un incontro, e tutta la mia esistenza è segnata da incontri speciali.

Questo tatuaggio racchiude, in particolare, un significato che ho scoperto leggendo un libro, il quale poi si è fatto anche persona.
Potete capire, quindi, quanto la mia essenza stessa sia fatta di libri, storie, incontri, persone e narrazioni di viaggi, verso nuove scoperte e nuove conoscenze.
“Viaggi Bianchi” racchiude la bella metafora del fiore di loto che affonda le radici nel fango per fiorire candido e che per questo è simbolo di forza e di purezza.

È simbolo anche dei contrasti tipici della vita, una vita da proteggere con cura. È l’unico fiore che dona, allo stesso tempo e dallo stesso stelo, sia il fiore che il frutto.
Grazie a questo libro ho incontrato tante nuove storie e tante persone, ma soprattutto ho avuto modo di conoscere nuovi luoghi e incontrare un nuovo sguardo.


L’amicizia che adesso mi lega a Jean Paul è impressa non solo nel mio cuore, ma anche sulla mia pelle, per sempre.

Irene – narratrice ambulante, amante dei libri e dei tatuaggi

You Might Also Like